PRESENTAZIONE DEL MANUALE

Dottoressa Aurelia Fonda

  • lavora attualmente presso il Ministero della Salute, è Referente per la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria del sistema di allerta europeo RAPEX;
    laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Milano con votazione di 110/110 e lode (anno 1989);
  • specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva (orientamento Igiene e Tecnica Ospedaliera) presso la Scuola di specializzazione dell’Università di Milano (direttore Prof. A. Pagano) con votazione di 70/70 e lode (anno 1993);
  • dal 16/9/99 fino al 30/09/2006 in comando presso il Ministero dell’Ambiente, ove si è occupata della stesura dei contenuti tecnici delle norme di natura ambientale e sanitaria, nell’ambito del contingente di esperti previsto dalla legge 475/88, ha infatti contribuito alla stesura del DPR 254/2003 regolamento recante la disciplina della gestione dei rifiuti sanitari;
  • nel 2006 ha ricevuto Encomio personale del Ministro dell’Ambiente per l’attività istituzionale svolta per gli aspetti sanitari correlati ai rifiuti;
  • Docente e tutor nel Seminario Italo-Tunisino sulla Gestione dei rifiuti ospedalieri organizzato dalla Direzione Generale per i Rapporti con l’Unione Europea e per i Rapporti Internazionali del Ministero Salute in Tunisia nell’ambito del convegno: “Les 15ème journées nationales d’hygiene” in Tunisia ad Hammamet;
  • Docente nel 2012 e 2014 ai Corsi “autorizzazione, controllo e vigilanza nell’ambito delle attività di tatuaggio e trucco permanente” organizzato da Istituto Superiore di Sanità e Centro Nazionale ONDICO, docente a numerosi corsi rivolti ai NAS.

3 aggettivi per identificare Simona: Entusiasta, determinata, professionale.
3 aggettivi per il manuale: Dettagliato, completo, necessario.

Ho conosciuto Simona per telefono e quello che mi ha più colpito di lei è la sua determinazione ed entusiasmo.
La tematica relativa al corretto comportamento igienico-sanitario degli operatori del settore dell’estetica come di quello dei servizi alle persone è particolarmente delicata per chi crede, come me, nella prevenzione. Ci si prodiga perché il cliente ha il diritto che siano rispettate tutte quelle accortezze affinché non si rischi la trasmissione di patologie anche gravi.
La telefonata di Simona mi ha riportato indietro nel tempo, quando – da poco laureata – lavoravo nel distretto sanitario e mi occupavo dei controlli sugli esercizi commerciali: è per questo che ho accettato volentieri di leggere e di revisionare questo manuale; è stata una lettura scorrevole e persino accattivante ma, nello stesso tempo, esaustiva e completa.
Spero che questo testo possa trovare giusta collocazione tra i banchi dei ragazzi che vogliono intraprendere tale strada, occuparsi della bellezza (trucco permanente, estetica, tatuaggio, piercing), ma che sia lettura anche per chi già lavora e desidera aggiornarsi per garantire i migliori risultati ai propri clienti.
In bocca al lupo a tutti.

Laura Grilli – Presidente C.E.P.E.C.

C.E.P.E.C.

European Confederation of Professional Beauticians and Cosmeticians – con sede a Bruxelles, è la Confederazione Europea delle Associazioni nazionali di rappresentanza dei centri di estetica dei paesi U.E.;

  • è stata creata nel 1995 per iniziativa di un gruppo di associazioni nazionali di estetiste e il primo incontro tra le rappresentanze dei vari Paesi si è svolto in Tunisia. Da allora, molti membri si sono uniti alla C.E.P.E.C. che oggi è costituita da Cipro, Francia, Grecia, Italia, Spagna, Lussemburgo, Malta, Slovenia, Lettonia, Estonia, Finlandia;
  • è impegnata nella promozione di migliori condizioni per lo sviluppo delle imprese di estetica a livello europeo ed è stata molto attiva nei confronti delle istituzioni europee presentando proprie posizioni riguardo alle tematiche che hanno un impatto sulla professione di estetista;
  • è attualmente impegnata in diversi progetti sviluppati lungo le linee di programmazioni comunitarie, come ad esempio l’Erasmus+ per creare uno standard europeo per la specializzazione dell’estetica sociale o, ancora, con un progetto di Capacity building per promuovere le buone prassi e rafforzare la rappresentanza nei paesi dove questa non esiste;
  • è un membro di U.E.A.P.M.E. – European Association of Craft, Small and Medium-Sized Enterprises – l’organizzazione dei datori di lavoro che rappresenta gli interessi dell’artigianato, delle imprese e delle PMI (piccole e medie imprese) a livello europeo (circa 12 milioni di imprese che danno lavoro a 55 milioni di persone in tutta Europa) e partecipa a diversi comitati di questa organizzazione (formazione, ambiente, sociale, fiscale, ecc.).

C.E.P.E.C.:

  • ha ritenuto il mio libro “Manuale di igiene” uno strumento utile e necessario, autorizzandomi ad utilizzare il logo della Confederazione nelle prossime pubblicazioni, negli eventi e manifestazioni;
  • riconoscendo l’importanza dell’igiene per la sicurezza dei centri di estetica e dei clienti che li frequentano, è impegnata nella promozione di un più alto grado di conoscenza e competenza tra gli operatori del settore riguardo gli aspetti dell’igiene e della sicurezza e, per questo, ha ritenuto che la diffusione del “Manuale di igiene” presso i centri di estetica e le scuole di formazione potesse fornire un contributo molto importante di informazione specifica;
  • pubblicizzerà il “Manuale di igiene” nel proprio sito web a partire da settembre 2018. Le Associazioni dei centri di estetica dei vari Paesi U.E. aderenti alla C.E.P.E.C. potranno invitare Simona Casadei per promuovere direttamente la diffusione del manuale nel proprio Paese e ogni singola Organizzazione potrà reclamizzare il manuale anche attraverso il proprio sito web.
SCOPRI LE PAGINE IN REGALO DEL MIO LIBRO SU CEPEC